I cronografi furono sviluppati nel XIX secolo con la crescente necessità di misurare brevi periodi di tempo e performance, come ad esempio le corse dei cavalli. Come per le complicazioni astronomiche e con suoneria, i cronografi sono stati una peculiarità di Audemars Piguet fin dall’inizio. I cronografi da polso vintage di Audemars Piguet sono tra i più rari del mondo, con soli 307 esemplari realizzati tra gli anni ‘30 e gli anni ‘50 del Novecento.

I NOSTRI CRONOGRAFI

CRONOGRAFO

Il cronografo è una complicazione che misura e visualizza intervalli di tempo continui o discontinui senza influire sulle funzioni di cronometraggio dell'orologio. La lancetta centrale del cronografo viene avviata, fermata e riavviata a piacere, quindi riportata a zero attivando uno o più pulsanti. Il cronografo è complesso in termini tecnici; occorrono anni per garantire la funzionalità di un quinto di secondo!

LANCETTE DEI CRONOGRAFI
RATTRAPPANTI

I cronografi rattrappanti sono dotati di una lancetta dei secondi supplementare che può essere arrestata per misurare un tempo intermedio o per mantenere un tempo di riferimento. Quando il cronografo viene attivato all’inizio di una competizione, entrambe le lancette partono insieme. La lancetta del rattrappante può essere fermata in qualsiasi momento per misurare un tempo intermedio, mentre la lancetta del cronografo continua il suo corso. Con una semplice pressione del pulsante, la lancetta del rattrappante si sovrappone nuovamente alla lancetta del cronografo.

CRONOGRAFO
FLYBACK

La funzione flyback su un cronografo consente all'utente di resettare le lancette del cronografo senza dover prima arrestarlo.

CRONOGRAFO
LAPTIMER

Nel 2010, Michael Schumacher sfidò gli ingegneri di Audemars Piguet a creare un orologio da polso meccanico che misurasse più tempi parziali consecutivi su pista, senza dover riavviare il cronografo alla fine di ogni giro. Tutto questo, prima di quel momento, sarebbe stato possibile solo con un orologio digitale! Cinque anni dopo, la Manifattura lanciò il Laptimer, caratterizzato da un unico cronografo con funzione flyback che guida due lancette dei secondi centrali, le quali possono essere controllate in modo indipendente tramite tre pulsanti.

Questo meccanismo brevettato presenta non meno di tre ruote a colonne. Una delle ruote a colonne, situata a ore 6, controlla la sequenza del cronografo, mentre le altre due ruote, posizionate a ore 12, controllano la complessa sequenza del laptimer.