Vedi le ultime storie

Semiconductor,
Halo

HALO di Semiconductor, la quarta Commissione Artistica di Audemars Piguet, è stata svelata ad Art Basel a Basilea 2018. Il duo di artisti britannici, Ruth Jarman e Joe Gerhardt, ha lavorato con la curatrice ospite Mónica Bello, Head of Arts presso il CERN, il Laboratorio Europeo di Fisica delle Particelle di Ginevra, per realizzare questa opera d'arte specifica del sito su larga scala.

HALO presenta ai visitatori un'interpretazione artistica dell'esperimento ATLAS al CERN dopo la residenza di due mesi degli artisti nel 2015. Gli artisti hanno ricevuto il permesso di lavorare direttamente con i dati grezzi generati dall'esperimento ATLAS, il primo al CERN. Assumendo la forma di una struttura cilindrica larga dieci metri e interamente circondata da fili verticali di pianoforte, HALO è alto quattro metri e vanta uno schermo a 360 gradi su cui i visitatori possono osservare proiezioni caleidoscopiche di dati generati da una serie di collisioni di particelle subatomiche rallentate, che solitamente si verificano quasi alla velocità della luce. 

Quando colpiscono lo schermo, i punti dati animati attivano piccoli martelli che colpiscono i fili del pianoforte circostanti, emettendo una vibrazione onnicomprensiva che risuona in tutta l'opera d'arte, per essere vissuta sia acusticamente che fisicamente dai visitatori. Questa esperienza immersiva consente agli spettatori di comprendere meglio la natura subatomica e i complessi fenomeni che si verificano al Large Hadron Collider (LHC) del CERN. 

Prendiamo in considerazione le collisioni di protoni individuali che abbiamo rallentato in modo da poterle analizzare in un arco temporale accessibile per l’uomo.

SEMICONDUCTOR

Semiconductor

Semiconductor è un duo di artisti britannici composto da Ruth Jarman (nata nel 1973) e Joe Gerhardt (nato nel 1972). Lavorando in modo collaborativo per più di vent'anni, questa coppia di artisti crea opere che superano i confini dell'immagine in movimento come linguaggio visivo. Attraverso le loro installazioni immersive e i loro progetti su schermo, esplorano la natura materiale del nostro mondo e il modo in cui le nostre esperienze vengono plasmate attraverso l’obiettivo della scienza e della tecnologia. 

Molte delle loro opere sono state sviluppate in occasione delle opportunità offerte dalle borse di studio, che li hanno portati in laboratori dove hanno potuto osservare come gli scienziati creano una comprensione del mondo materiale, tra questi il CERN di Ginevra; il Dipartimento di Scienze Minerali allo Smithsonian National Museum of Natural History di Washington, DC.; la Gulbenkian Galapagos Artists’ Residency e il NASA Space Sciences Laboratory presso l'Università della California a Berkeley. 

Le opere di Semiconductor fanno parte delle collezioni permanenti dell'Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, Washington, D.C .; del Centre Pompidou, Parigi e della Fundació Sorigué, Lleida. I loro progetti sono stati esposti e proiettati in tutto il mondo, inclusa la Royal Academy of Arts, Londra; la Biennale di Venezia; il FACT, Liverpool; il Cincinnati Contemporary Arts Center; il Sundance Film Festival, Utah e l'International Film Festival, Rotterdam.