Vedi le ultime storie

KURT HENTSCHLÄGER,
MEASURE

L'opera video di Kurt Hentschläger, Measure, presentata durante Art Basel a Basilea, Miami Beach e Hong Kong nel 2014, cattura la natura selvaggia dei campi e delle foreste incontaminate della Vallée de Joux. Le sequenze visive surreali, visualizzate su tre schermi, intrecciano forme naturali e artificiali: un'ombra si trasforma in nuvole, che diventano a loro volta griglie, riflettendo il fascino di Hentschläger per il modo in cui la natura viene vissuta nel XXI secolo.

Hentschläger è interessato a come le emozioni colorano la percezione, in particolare nella rappresentazione culturale romantica, e spesso sentimentale, della natura. Nell'elaborare il video grezzo e le riprese audio che aveva raccolto nella Vallée, Hentschläger ha sovrapposto, stratificato, espanso e compresso nel tempo materiali audiovisivi sintetizzati.

Con questo evidente intreccio di “falso” e “autentico”, Measure richiama l'attenzione sul fatto che siamo a un punto, culturalmente parlando, in cui le rappresentazioni mediate oscurano sempre più la percezione sensoriale diretta.

Buona parte del progresso deriva da un senso di ossessione, ingegnosità, che ci spinge a superare i nostri limiti e a ignorare confini prestabiliti.

KURT HENTSCHLÄGER

KURT HENTSCHLÄGER

L'artista austriaco residente a New York Kurt Hentschläger (nato nel 1960) crea installazioni e performance audiovisive viscerali e immersive che esplorano i confini tra esperienze mediate e fisiche. Distinta da quelli che definisce "effetti percettivi estremi", che spesso coinvolgono luce, suono e nebbia, la sua opera intende trasportare lo spettatore in un altro mondo.

Hentschläger ha studiato all’Università di Arti Applicate di Vienna ed è stato artista in visita a tempo pieno presso la School of the Art Institute di Chicago dal 2013 al 2017. Le sue opere sono state esposte alla Biennale di Venezia; allo Stedelijk Museum, Amsterdam; al P.S.1 / MoMA e Creative Time, New York, solo per citare alcune sedi. Ha ricevuto il Quartz New Media Art Award, Parigi; il File Prix Lux, San Paolo e la Sovvenzione statale federale austriaca per l'arte dei media. È rappresentato da Bitforms Gallery, New York.